Rivoluzione Twitter: addio ai 140 caratteri, saranno 280 4.5/5 (4)

twitter 140 caratteri

È in atto su Twitter una vera e propria rivoluzione: è in sperimentazione l’abbattimento dei 140 caratteri per tweet, caratteristica che ha contraddistinto Twitter fin dal primo giorno di vita. La nuova capacità massima per tweet diventerà 280, ovvero il doppio.

A comunicarlo è stata la stessa azienda attraverso il proprio blog ufficiale, cercando anche di motivare il perché di tale cambiamento.

L’idea è quella di consentire agli utenti di esprimere il loro concetto e la loro idea senza difficoltà. Ora come ora, molto spesso gli utenti sono costretti a spezzare in due o più parti i propri tweet, facendo perdere il senso del messaggio originale.

Con il limite di 280 caratteri verranno aiutati tutti coloro che vogliono esprimere il proprio pensiero in modo corretto ed esplicativo, in particolare gli utenti di lingua inglese che risultano essere più prolissi.

more-chars-1

Il limite verrà estero in tutto il mondo ad eccezione del continente asiatico, perché gli idiomi orientali risultano più adatti per la comunicazione in un minor numero di caratteri.

Come vi sembra questa spiegazione? A me personalmente non convince molto. Non voglio dire che non sia vero quanto comunicato dal team ufficiale del social network, ma penso anche che Twitter con questa mossa voglia cercare di intercettare un pubblico differente da quello avuto finora, un pubblico abituato a scrivere più apertamente in altri social, come ad esempio su Facebook.

more-chars-3

Fino ad oggi Twitter è stato molto utilizzato proprio per la sua capacità di comunicare in modo diretto e arrivare subito al punto, stesso motivo per cui i personaggi famosi e le aziende spesso preferiscono utilizzare Twitter a Facebook.

L’idea alla base di Twitter non è quella di comunicare cosa si sta facendo o il proprio stato d’animo, ma quello di essere uno strumento veloce sia per comunicare che per leggere ciò che gli altri ci propongono. Infatti viene spesso utilizzato per informarsi, per commentare programmi televisivi o match sportivi e, non poche volte, è capitato che arrivassero prima le notizie di disagi in Italia e nel mondo su Twitter che sui telegiornali nazionali.

Il processo era già iniziato tempo fa in effetti, quando Twitter diminuì i caratteri occupati dagli URL e dalle foto, eliminando poi dal conteggio anche i @nomeutente e offrendo 140 caratteri effettivi per tweetare.

more-chars-2

Credo che nonostante un comprensibile fastidio iniziale da parte dell’utenza classica, questa scelta possa aiutare Twitter a intercettare un po’ di utenza che utilizza altri social senza snaturare troppo il social dell’uccellino. Effettivamente quasi nessuna delle frasi di questo articolo rientrerebbe nel limite in 280 caratteri, il che resterebbe comunque un elemento di differenza tra Twitter e gli altri social.

Che ne pensate? Approvate questa scelta o pensate che non possa aiutare Twitter?

Ti è piaciuto?