Che cos’è la SERP? 4.89/5 (9)

Che cos'è la SERP

Vi sarete spesso chiesti che cos’è la SERP o che cosa si intende per SERP e in questo articolo cercherò di spiegarlo in modo semplice, così da chiarire le idee ai meno esperti del settore.

Definizione di SERP

SERP è l’acronimo per Search Engine Results Page, in italiano “pagina dei risultati del motore di ricerca” ed è semplicemente la pagina che otteniamo quando andiamo ad effettuare una ricerca in motori online (come Google) o offline (come gli archivi e le biblioteche).

Che cos’è la SERP su Google

Al giorno d’oggi il posizionamento sui motori di ricerca online è estremamente importante: più in alto saremo posizionati nella SERP e più alte saranno le visite al nostro sito web. E’ abbastanza semplice comprendere che posizionarsi sulla prima pagina dei risultati su Google è più vantaggioso che posizionarsi nella terza pagina, così come sarà più vantaggioso posizionarsi (in merito a determinate keywords) nelle prime posizioni della prima pagina piuttosto che nelle ultime della prima pagina.

Come funziona la SERP su Google

Facciamo un esempio. Ipotizziamo di essere alla ricerca di un Hotel a Cagliari e andiamo a cercarlo su Google. La SERP ci mostrerà una serie di risultati posizionati in base alle keywords (hotel a Cagliari) da noi utilizzate nella ricerca.

SERP hotel cagliari

La SERP di Google è facilmente leggibile: abbiamo la prima parte con risultati dovuti a Google AdWords (sistema per posizionarsi a pagamento nei primi 3 posti della SERP, ne parleremo in futuro) e la seconda parte con i Risultati Organici, quelli determinati dalla SEO, che permettono di ottenere risultati soddisfacenti a lunga durata.

Questi posti della ricerca organica portano ad una notevole competizione tra i webmaster dei siti web, in quanto da una posizione all’altra cambiano notevolmente i benefici verso il proprio sito web. Basti pensare che 9 utenti su 10 non vanno mai oltre la prima pagina della SERP e nessun utente supera la quarta.

Come avere una SERP “pulita”

La SERP di Google tende ad essere influenzata dalle nostre abitudini, dal nostro account Google e dai siti che conosciamo o di cui siamo proprietari. Insomma, potrebbe capitare molto spesso che una nostra ricerca con le stesse keywords porti a dei risultati differenti rispetto a quella di un altro utente. Dunque come possiamo fare per avere una SERP “pulita”, ovvero non influenzata dalle nostre abitudini? Possiamo sfruttare o la modalità Verbatim di Google o WhatsMySerp.com.

1. Modalità Verbatim di Google

Verbatim in latino significa “testualmente” e spesso viene utilizzato per indicare qualcosa che è riportato nel modo più fedele possibile all’originale.

SERP Verbatim Google

Per attivarla ci basterà effettuare una ricerca su Google e poi andare su “Strumenti di Ricerca -> Tutti i Risultati -> Verbatim”. Noterete subito che in effetti la SERP sarà diversa da quella ottenuta in precedenza.

2. WhatsMySerp.com

WhatsMySerp.com è un sito gratuito che consente di analizzare i primi 300 risultati presenti su Google per delle determinate keywords, consentendoci di confrontare anche più keywords (anche long-tail) in contemporanea.

In conclusione

Dunque è molto importante riuscire a posizionarsi nei primi risultati della SERP di Google in modo tale di portare dei reali vantaggi alla nostra attività. Non stupitevi se da una ricerca all’altra qualche posizione cambia, è normale, in quanto la SERP è in continua evoluzione.

Abbiamo già visto “Come posizionare un articolo WordPress su Google” e oggi abbiamo capito “Che cos’è la SERP“, in futuro vi darò altri consigli utili per sfruttare Google a vostro vantaggio. Spero che questo articolo possa esservi d’aiuto, per qualsiasi dubbio o domanda non esitate a lasciare un commento qui in basso.

Ti è piaciuto?